venerdì 27 gennaio 2023

GIORNO DELLA MEMORIA 2023: CARBONIO


Tratto da "IL SISTEMA PERIODICO" di PRIMO LEVI

 

"Ma io ero ritornato dalla prigionia da tre mesi, e vivevo male. Le cose viste e sofferte mi bruciavano dentro; mi sentivo più vicino ai morti che ai vivi, e colpevole di essere uomo, perché gli uomini avevano edificato Auschwitz, ed Auschwitz aveva ingoiato milioni di esseri umani, e molti miei amici, ed una donna che mi stava nel cuore." 

 

Primo Levi (1919 - 1987), chimico di professione esordisce come scrittore con "Se questo è un uomo" romanzo autobiografico sull'atroce esperienza di Auschwitz.  Il sistema periodico è una raccolta di ventuno racconti ispirati ad altrettanti elementi presenti nella tavola periodica. La chimica come filtro per osservare la realtà: quella umana dei campi di concentramento e quella naturale della scienza.   



Il lettore, a questo punto, si sarà accorto da un pezzo che questo non è un trattato di chimica: la mia presunzione non giunge a tanto, “ma voix est faible, et même un peu profane”. Non è neppure un’autobiografia, se non nei punti parziali e simbolici in cui è un’autobiografia ogni scritto, anzi, ogni opera umana: ma storia in qualche modo è pure. E’, o avrebbe voluto essere, una microstoria, la storia di un mestiere e delle sue sconfitte, vittorie e miserie, quale ognuno desidera raccontare quando sente prossimo a conchiudersi l’arco della propria carriera, e l’arte cessa di essere lunga. 

domenica 22 gennaio 2023

L’INSEGNAMENTO DELL’ESTIMO NELLE UNIVERSITÀ: LA SITUAZIONE IN ITALIA E L’IMPEGNO DEL Ce.S.E.T

 di ENRICO MARONE



Voglio subito premettere che rispetto al titolo della relazione che mi è stato affidato di presentare nell'ambito dell’odierno Convegno su “Estimo scienza e metodo”, cioè di illustrare la situazione in Italia e l'impegno del Ce.S.E.T. nell'insegnamento dell'Estimo nell'Università, la mia attenzione sarà prevalentemente rivolta alla parte che riguarda l'impegno del Ce.S.E.T.. I motivi di questa scelta sono molteplici e risiedono nel fatto che intervengo come docente di estimo nell'ambito dell'Università, ma forse soprattutto come attuale presidente del Centro Studi di Estimo ed Economia Territoriale e la prima cosa a cui penso è che l'insegnamento dell' estimo costituisce la base di partenza del nostro Centro Studi. Ed è per questo che concentrerò la mia relazione nel descrivervi l’impegno del nostro Centro nell’insegnamento dell’Estimo. Se si vanno a ricercare le origini di quello che poi diventerà l’attuale Ce.S.E.T., scopriamo che queste sono riconducibili alla decisone presa alla conclusione di un Convegno promosso dall’allora Associazione provinciale dei dottori in scienze agrarie, che si svolse a Milano nel novembre del 1955 e che fu dedicato all'insegnamento dell'estimo negli Istituti Tecnici, di costituire un centro studi. Di questo se ne dà notizia nel primo numero di Aestimum, bollettino informativo di un gruppo di studiosi di Estimo pubblicato nel maggio del 1956. E’ importante sottolineare che tra coloro che promuovono l’iniziativa ci sono alcuni tra i più importanti nomi dell’Estimo, Arrigo Serpieri, Giuseppe Medici, Aldo Pagani.

mercoledì 18 gennaio 2023

INAUGURAZIONE DEL 162° ANNO ACCADEMICO DELLA SOCIETA' AGRARIA DI LOMBARDIA

 



L'inaugurazione del 162° Anno Accademico della Società Agraria di Lombardia avrà luogo venerdì 27 gennaio dalle ore 14.45 presso l'Aula Maggiore della Facoltà di Scienze Agrarie ed Alimentari dell'Università degli Studi di Milano.
Dopo la relazione del Presidente della Società Agraria dott. Flavio Barozzi,  interverranno il prof. Pietro Piccarolo, Presidente dell'UNASA, ed il prof. Dario Casati, Presidente della sezione Nord-Ovest dell'Accademia dei Georgofili.

lunedì 16 gennaio 2023

COSA SI SA DELL’IMPATTO AMBIENTALE DELLA CARNE ARTIFICIALE?

 di GIANLUIGI  MAZZOLARI

 

carne artificiale



Ogni affermazione dell'impatto ambientale della carne artificiale sconta la mancanza di dati oggettivi, si può ragionare su ipotesi e proiezioni, stante la maggior parte delle attività nella fase da laboratorio a pre-industriale.
Tuttavia, la minore emissione di gas serra (GHG -greenhouse gas) è fortemente proposta come uno dei maggiori vantaggi potenziali della carne artificiale rispetto ai sistemi tradizionali di allevamento, oltre a quelli etici e sanitari.
Il che potrebbe trovare una intuitiva giustificazione nella migliore efficienza di processo, essendo basato sulla cellula anziché sull’intero organismo, quindi minor dispendio metabolico, minori fabbisogni e minori sprechi ma parrebbe non essere proprio così.
Sovente si leggono numeri e percentuali diversamente impattanti, dipendendo dall’obiettivo perseguito, pro o contro.

giovedì 5 gennaio 2023

L’INSEGNAMENTO DELL’ESTIMO NELLE UNIVERSITÀ: PROPOSTE PER IL RILANCIO

 

di ANTONIO BOGGIA 


Foto - Francesco Marino "Scuola di Agraria, Università degli Studi di Firenze." 

1. Il punto di partenza 

Per affrontare il tema delle prospettive e del rilancio della disciplina estimativa, il migliore punto di partenza è proprio la definizione stessa di Estimo. L’Estimo è stato definito in molti modi diversi, ma tutti riconducibili agli stessi concetti di base. Ad esempio “L’estimo insegna a formulare un giudizio di valore intorno ad un dato bene economico riferito ad un preciso momento e per soddisfare una determinata ragione pratica” (Michieli, 1982). Oggetto delle attività estimative sono dunque i beni economici. Un bene economico è una risorsa scarsa in grado di fornire utilità al possessore. Quindi, un bene è economico quando presenta per l’uomo contemporaneamente sia la caratteristica dell’utilità, che quella della scarsità. In altri termini, deve essere in grado di aumentare il livello di utilità degli individui, e deve essere disponibile in quantità limitata. 

Printfriendly