mercoledì 28 settembre 2022

PETIT PAYSAN – UN EROE SINGOLARE

di MICHELE LODIGIANI 





Il cinema di ambiente rurale, o prettamente agricolo, costituisce un genere che ha dato al nostro paese alcuni capolavori - fra gli altri e sopra gli altri “L’albero degli Zoccoli” di Olmi e “Riso amaro” di De Santis - ma che negli ultimi decenni è divenuto sempre più marginale, assecondando da una parte ed orientando dall’altra uno spettatore che, nella trasformazione dell’Italia da paese agricolo a potenza industriale, ha dimostrato una certa fretta di dimenticare il proprio passato, forse vergognandosene un po’. Probabilmente esistono ancora cineasti interessati alle campagne e alla vita di chi ci vive e vi opera - esiste perfino un Festival del cinema rurale riservato ai cortometraggi - ma difficilmente le loro produzioni escono dai confini dei circuiti di nicchia per arrivare alla distribuzione nelle sale.

giovedì 15 settembre 2022

A 200 ANNI DALLA NASCITA DI GREGOR MENDEL


 Heinzendorf (Hynčice), 20 luglio 1822 Brünn (Brno), 6 gennaio 1884

 

di MARIANO ROCCHI
 
 
Articolo scritto per l’A.G.I., Associazione Genetica Italiana
Per gentile concessione dell'autore. 


Illustrazioni tratte da "Mendel's principles of heredity", Bateson, William, - Mendel, Gregor, - Leighton, Arthur G.,  Cambridge [Eng.], University Press, 1909. Fonte: Biodiversity Heritage Library.



Siamo all’8 maggio del 1900 e William Bateson, zoologo del St. John’s College di Cambridge, sta viaggiando in treno verso Londra per tenere un seminario alla Royal Horticultural Society. Aveva preparato un intervento sugli importanti risultati ottenuti dal botanico olandese Hugo De Vries, che lui conosceva bene anche per averlo ospitato a casa sua l’anno prima in occasione della First International Conference on Hybridization and Plant Breeding a Londra, a cui entrambi avevano partecipato.

sabato 10 settembre 2022

DENOMINAZIONE DI ORIGINE INVENTATA: LE BUGIE DEL MARKETING SUI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

IV appuntamento "A Cena Con La Scienza 2022"

Evento                                                                                                    scarica la locandina  

                                   



E' indubbio che le competenze alimentari italiane siano, in quantità e varietà, fra le eccellenze che ancora caratterizzano il nostro Paese: su di esse si fonda solidamente un settore economico fra i più importanti in termini di fatturato, occupazione ed esportazioni. Non sorprende quindi che intorno ad esso sia sorta una "narrazione" che intende valorizzarne la tradizione, la cultura sottostante, i territori d'origine. Tuttavia, come dimostrerà il prof. Grandi nella sua analisi spiazzante e ricca di aneddoti sorprendenti, negli ultimi decenni questa narrazione si è spesso trasformata in "mitizzazione", quando non in "mistificazione".

giovedì 8 settembre 2022

LE PROBLEMATICHE DEL CONTROLLO DELLA FAUNA SELVATICA IN RAPPORTO AL TERRITORIO E ALLE ATTIVITÀ ANTROPICHE

 Lunedì 26 settembre 2022

Georgofili Logge Uffizi Corti - Firenze


Cinghiale, giardino San Jacopo al Girone (Fiesole- Fi)


La partecipazione potrà avvenire solo dietro compilazione entro le ore 14.00 di venerdì 23 settembre2022 del seguente form  www.georgofili.it.
Le iscrizioni per la partecipazione in presenza saranno accolte compatibilmente con la capienza della sala. Per la partecipazione on-line i partecipanti riceveranno le credenziali di accesso alla piattaforma web.
La giornata è organizzata dall’Accademia dei Georgofili in collaborazione con il Collegio Nazionale Agrotecnici e Agrotecnici Laureati, con l'intento di fornire ai professionisti e a tutti coloro che sono interessati ad approfondire la tematica, un contributo alla gestione faunistico venatoria e agli aspetti giuridici connessi derivanti dagli applicativi Regionali e Nazionali. 

domenica 4 settembre 2022

ANTONIO TINARELLI E LA "POESIA" DEL RISO


di FLAVIO BAROZZI




Articolo uscito in origine  su : www.agrarialombardia.it e Riso Italiano


Cento anni fa, il 13 agosto 1922, nasceva a Bologna Antonio Tinarelli. Tracciare una dettagliata biografia di questa straordinaria figura di agronomo, genetista, studioso e divulgatore che ha legato indissolubilmente il suo nome alla coltura ed alla cultura del riso, è impresa non facile.

Printfriendly