domenica 18 novembre 2018

Il negromante che illustrò a Hitler perché gli Astri avessero stabilito che gli uomini si dividessero in superiori e inferiori, i primi destinati al fulgore del regno di Satana, i secondi ad essere schiavi dei primi, se inutili, eliminati.

di ANTONIO SALTINI

 

Da A. Saltini, Agrarian Sciences in the West, vol. VII, Firenze 2018, pag. 396

Steiner pubblicò la prima edizione dell’Iniziazione a Londra nel 1909, acquisendo, negli anni successivi, la fama che convinse Hitler a fare della sua dottrina il proclama che diffondesse l’odio necessario ad infiammare il popolo tedesco pretendendo di vendicare la sconfitta.

  

Antonio Saltini  
Già Docente di Storia dell'agricoltura all'Università di Milano, giornalista, storico delle scienze agrarie. Ha diretto la rivista mensile di agricoltura Genio Rurale ed è stato vicedirettore del settimanale, sempre di argomento agricolo, Terra e Vita. E' autore della Storia delle Scienze Agrarie opera in 7 volumi.

2 commenti:

  1. Il post più appropriato, dei tanti di questi giorni, per descrivere l'agricoltura biodinamica.

    RispondiElimina
  2. Alessandro Cantarelli3 dicembre 2018 20:40

    Nel leggere Mario Giordano nella sua rubrica di Panorama “il grillo parlante”, egli mette in guardia i lettori (nella finestra in grassetto) dai cosidetti “falsi allarmi”, sostenendo (con molta retorica peraltro, come si scopre leggendo poi l’articolo), che vaccinarsi è giusto e necessario, ma “è meglio verificare le notizie prima di insultare i presunti untori”. E fin qui si può essere anche d’accordo.
    Approfondendo invece la lettura, dopo poche righe entra invece nel vivo: “Premetto pure che sono innamorato della scienza, che ogni mattina faccio un inchino davanti al santino (sic!) di Galileo Galilei, che credo nel profeta Pitagora e in dio Burioni onnipotente creatore della medicina e della tecnica”.
    Già questa premessa, suggerirebbe al sottoscritto di interromperne la lettura e di utilizzare tale pagina per incartarvici le buone uova campagnole…
    Ed infatti proseguendo, Giordano ironizza compiaciuto anche sulla vaccinazione al morbillo, “Peraltro nel 2017 il morbillo ha fatto quattro morti mentre gli incidenti stradali ne hanno fatti oltre tremila”.
    Ma per rispetto del collega che tale pagina me l’ha segnalata (e che ringrazio per questo), mi decido a leggere tutto il pezzo, perché alla fine arriva il bello (si fa per dire, naturalmente):”Qualche giorno fa, per esempio, il Politecnico di Milano ha osato ospitare un convegno sull’agricoltura biodinamica con la partecipazione di riconosciuti e seri ricercatori. L’avesse mai fatto. Si è levato un coro di proteste degli scienziati ufficiali: “Il Politecnico sta dalla parte degli stregoni” (…). E via tutti, condannati al rogo prima ancora di parlare”.
    Quindi il noto giornalista prosegue:”Ora io non so nemmeno bene cosa sia l’agricoltura buiodinamica. Ma penso che un istituzione seria, con delle persone serie e preparate, possa discutere di cosa vuole, anche dell’uomo con tre teste o della profezia dei Maya.
    Come si fa ad avere paura del confronto? Perché questi soloni si arroccano con tanta alterigia? Non giova a loro. E nemmeno alla scienza. (…)”.
    Quindi il pistolotto finale: “Me li immagino i Burioni d’antan (e dagli col prof. Burioni! n.d.r.), difensori della dottrina ufficiale: “La Terra che gira intorno al Sole? Dove l’ha letto? Chi l’ha mai detto? La scienza non è democratica. Dev’essere stregoneria…”.
    Giordano evidentemente pensava, scrivendo queste cose, di riuscire pure beffardo, non rendendosi conto di suscitare invece un moto di compatimento.
    Si prendesse almeno la briga di leggere il presente contributo sul negromante Steiner, prima di scrivere la prossima volta sulla scienza e l’agricoltura biodinamica!
    Quanto al Prof. Burioni non sta certamente a me dirlo, rilevo che al giornalista Mauro Giordano difficilmente può essergli sfuggita l’intervista al settimanale Sette del Corriere della Sera, rilasciata poche settimane fa dallo stesso medico e dove emerge chiaramente, il prezzo alla carriera che il noto accademico e divulgatore scientifico pro-vaccini, ha dovuto pagare per non essersi piegato a certe logiche tutte italiote.
    Ma Giordano manco a dirlo, è sicurissimo di quello che scrive…


    RispondiElimina

Printfriendly